strumentazione urbanistica

Attuazione del PUC - Schema di Assetto preliminare SAP

Previsto dall'art. 102 delle N.T.A. del Piano Urbanistico Comunale, lo Schema di Assetto Preliminare è costituito da elaborati grafici, normativi e descrittivi che consentano le valutazioni di cui al comma 1 e contengano le necessarie indicazioni progettuali, formulate a livello preliminare, con una particolare attenzione:

- agli obiettivi specifici da perseguire nella parte di città interessata, di cui al Sistema insediativo all’art. 49 e alla loro relazione con gli obiettivi generali del PUC così come specificati nel Piano operativo e Atti di programmazione;

- all’inserimento e agli effetti nel contesto insediativo, ambientale, infrastrutturale, sociale ed economico;

- alla definizione del mix funzionale, con riguardo alle funzioni di rango urbano e alle particolari motivazioni, anche sostenute da indagini sulla domanda privata e pubblica o da pre-accordi con i gestori di tali funzioni;

- alla qualificazione del sistema degli spazi pubblici o d’uso pubblico;

- alla rete di trasporto collettivo e alla mobilità veicolare, ciclabile e pedonale;

- alla corrispondenza tra lo “Schema di assetto preliminare” e la disciplina urbanistica in vigore.

Il SAP è approvato dalla Giunta Comunale ed è depositato e pubblicato per un periodo di trenta giorni; entro i successivi trenta giorni chiunque può presentare contributi partecipativi relativi all’assetto urbanistico proposto. Con la pubblicazione, il Comune sollecita i proprietari, diversi dai soggetti promotori di cui al comma 3, a presentare formale adesione all’iniziativa.

 Il SAP può essere predisposto anche preliminarmente alla redazione dei PUA nel caso di attuazione degli Ambiti di Trasformazione per sub-ambiti. In tal caso lo Schema di assetto preliminare deve definire per ciascun sub-ambito:

- i parametri urbanistici ed edilizi, i tipi di intervento sugli edifici e  sulle aree non edificate, necessari per valutare la riqualificazione  ambientale e/o la conformazione urbana proposta;

- le aree di concentrazione dell'edificato;

- le aree da cedere all’Amministrazione pubblica a titolo gratuito per le attrezzature a standard, nelle quantità specificatamente indicate agli articoli 85, 86, 100 e 101;

- le opere di urbanizzazione primarie esistenti e indotte;

- la perimetrazione dei sub-ambiti, intesi come unità di intervento, rispettosa della configurazione dell'insieme

- il cronoprogramma dell’attuazione complessiva dell’Ambito o degli Ambiti oggetto dello Schema.

Presentazione e contenuti dello Schema di Assetto preliminare sono specificati dall'art. 60 del RUEC.

Link


stampa la pagina segnala la pagina

Venerdi - 16/04/2021